Nutrizione e dietetica

SERVIZI DI NUTRIZIONE E DIETETICA

  • dieta-mediterraneaanalisi impedenziometrica della composizione corporea 
  • valutazione antropometrica
  • valutazione dello stato di nutrizione
  • counselling nutrizionale motivazionale
  • diete dimagranti per sovrappeso ed obesità
  • diete speciali in gravidanza, allattamento, svezzamento, menopausa
  • terapia nutrizionale in caso di patologie croniche: diabete, ipercolesterolemia, ipertensione, ictus, infarto, patologie epatiche e renali, cancro…
  • terapia nutrizionale per malnutrizione, magezze, morbo di Crohn e patologie dell’apparato digerente
  • dieta ad eliminazione in caso di allergie ed intolleranze alimentari conclamate
  • dieta ed integrazione per sportivi ed atleti
  • nutrizione anti invecchiamento per mantenere lo stato di benessere e prevenire le malattie legate all’invecchiamento
  • diete vegetariane e diete vegane
  • supporto nutrizionale nei disturbi del comportamento alimentare: anoressia e bulimia

Analisi della composizione corporea

djeiNel corso della visita nutrizionale, viene analizzata la composizione corporea tramite impedenziometro, per valutare la percentuale di massa grassa (tessuto adiposo), massa magra (muscoli, visceri, organi, sangue) e l’ idratazione (acqua), in quanto il solo peso corporeo non è indicativo per valutare lo stato di nutrizione. 

Due persone con la medesima altezza e peso, ma con composizione corporea diversa, avranno un fisico decisamente differente, a seconda se prevale la massa grassa o la massa magra.

Diete iperproteiche possono portare a disidratazione, cioè perdita di acqua, mentre diete eccessivamente ipocaloriche, i digiuni e l’esercizio anaerobico prolungato possono provocare perdita di muscolatura, invece che di massa grassa. 

Una dieta corretta dal punto di vista energetico e nutrizionale porta alla perdita della massa grassa e ad un mantenimento della massa muscolare.

La sola diminuzione di peso, accompagnata da una percentuale di grasso corporeo invariata o addirittura in aumento, indica che il corpo ha perso solo acqua, ad esempio dopo un allenamento, una sauna o una dieta limitata alla rapida perdita di peso.

L’aumento di peso accompagnato da una percentuale di grasso corporeo in diminuzione o invariata indica lo sviluppo di preziosa massa muscolare.

Quando peso e grasso corporeo diminuiscono contemporaneamente, significa che la dieta funziona e si perde volume.

Terapia Nutrizionale per patologie croniche

imagesCAAHWCGN     In pazienti con patologie croniche accertate, come malattie cardio-vascolari (ipercolesterolemia, ipertensione, ictus, infarto…), diabete, insufficienza renale, patologie a carico dell’apparato digerente, come il morbo di Crohn… i tumori di vario tipo (da quelli alla mammella a quelli a carico dello stomaco e dell’intestino…) l’alimentazione è fondamentale non solo per prevenire un peggioramento, ma anche per attenuare la sintomatologia e diminuire l’utilizzo di farmaci.

E’ stato dimostrato da numerosi studi epidemiologici su larga scala come, le abitudini alimentari scorrette, cioè con eccessi di alimenti raffinati e di origine animale, siano  la causa principale delle così dette “malattie del benessere”, mentre si è compreso che una diminuzione del peso, l’attività fisica regolare ed una alimentazione naturale e sana di tipo vegetale ed integrale sia di primaria importanza per migliorare lo stato di salute.

Le “malattie del benessere” (cancro, infarto, ictus, diabete…)  sono estremamente rare tra le popolazioni rurali che si nutrono prevalentemente di alimenti di origine vegetale ed integrali, mentre sono in costane aumento tra gli Americani e gli Europei, che stanno aumentando il consumo di alimenti raffinati, di proteine e grassi animali.

Il consumo abbondante di frutta, verdura, legumi, semi e  cereali integrali ha dimostrato di portare a vantaggi per la salute talmente importanti come il miglioramento dell’arteriosclerosi, la diminuzione dell’uso di insulina, meno recidive dopo interventi di mastectomia, fino alla regressione di tumori conclamati… e tanto ancora c’è da scoprire sui benefici dell’ alimentazione naturale.

Dieta e attività motoria

come-avere-un-fisico-perfetto-per-lestate_corda     Atleti e sportivi di ogni livello possono migliorare le loro prestazioni con una adeguata alimentazione, talvolta supportata da una integrazione nutrizionale,che sia specifica per il tipo e l’intensità dell’ attività sportiva, differenziata per il periodo di allenamento e per il pre e post gara. 

Spesso sportivi ed atleti non riescono a raggiungere il massimo del loro potenziale fisico per scorrette abitudini alimentari, talvolta dovute alla pubblicità ingannevole o ad usanze e abitudini che circolano tra i circoli sportivi.  

Il corpo umano necessita di un ottimo carburante per percorrere una maratona o una gara di triathlon, ma se ci siamo alimentati in modo scorretto, i muscoli saranno infiltrati di grasso, per cui meno forti e meno resistenti nelle prove a lunga percorrenza.

Anche per chi abitualmente non pratica alcuna attività fisica, è auspicabile camminare periodicamente a passo spedito, per mantenere il fisico tonico e preservare la salute.

E’ mia abitudine consigliare una attività motoria che sia compatibile con le esigenze e lo stato si salute della persona, da affiancare alla dieta personalizzata, per un fisico tonico e snello, come anti- invecchiamento  e per migliorare lo stato di salute e di benessere totale.

L’attività motoria agisce a vari livelli del nostro sistema mente-corpo:  sull’apparato locomotore, sul metabolismo, sugli ormoni, anche quelli dell’umore… regalandoci più serenità.

Alimentazione vegetariana e vegana

 cibo vegetale    Una dieta vegetariana, cioè priva di carne ma con un moderato utilizzo di latticini e uova, è adatta ad ogni individuo, anche atleti, e compatibile con ogni età e fase della vita, compreso gravidanza, allattamento e prima infanzia.

Le diete vegane, senza alcun alimento di origine animale, tradizionalmente presenti in diverse culture, sono sane ed equilibrate, garantiscono tutti i nutrienti essenziali, se condotte in modo corretto e completo. 

Essere vegetariani e vegani è spesso una scelta etica, per una alimentazione non violenta, ma anche spesso una scelta di salute, in quanto l’alimentazione occidentale troppo ricca di prodotti di origine animale e scarsa di vegetali e di cibi integrali è la causa principale delle malattie tumorali, del diabete di tipo II, dell’infarto, dell’ictus, delle patologie renali…

Il cibo vegetale è naturalmente adatto all’uomo, il quale non ha necessità di integratori o di alimenti animali per una dieta vegana, che quando è completa, non provoca carenze nutrizionali di proteine, di ferro, di vitamina B12 o di altro; anzi essendo più ricca di anti ossidanti e più povera di grassi saturi e di colesterolo è più sana.  Inoltre le proteine di origine vegetale, da cereali e legumi, sono  complete ed equilibrate, non creano i problemi della caseina del latte e dalle altre proteine animali, che si è accertato siano la causa principale della maggior parte delle malattie del benessere.  Infatti e’ ormai consolidato da numerosi ed enormi studi epidemiologici che l’ alimentazione vegana e vegetariana, è associata a minore incidenza di eventi cardiovascolari, a minore incidenza di diabete e di altre malattie autoimmuni, livelli più bassi di colesterolo, minore rischio di patologia tumorali…

Dieta e invecchiamento

imagesCAU4IFOSL’alimentazione e l’esercizio fisico sono i migliori alleati della nostra salute e benessere: ricerche e studi clinici hanno individuato alcuni principi attivi presenti negli alimenti con attività antiossidante, antitumorale, estrogenico simile, antiaggregante, lipolitica, apoptotica, mineralizzante…  

La cosa sorprendente è che quando questi principi attivi vengono assunti sotto forma di integratori, non sortiscono più lo stesso effetto positivo, anzi talvolta diventano nocivi, per cui è necessario alimentarsi con frutta e verdura fresca e di stagione, oltre che con semi e cereali integrali.  

La dieta mediterranea, ma quella di tipo naturale e rurale, essendo ricca di composti fotochimici vegetali e povera di grassi e proteine animali, contribuisce a mantenerci in salute e prevenire le malattie legate all’invecchiamento. 

Studi epidemiologici hanno dimostrato che il segreto della longevità consiste non solo nella restrizione calorica, ma anche nella dieta a basso contenuto proteico che, soprattutto in tarda età, preserva più a lungo la salute.

L’essere umano è destinato a vivere fino a quasi 150 anni, se solo riuscisse ad ottimizzare lo stile di vita, iniziando già dal momento del concepimento e durante la vita intrauterina, grazie alla sana nutrizione materna.

Ottimizzato per: