Nutrizionista in gravidanza Milano

Il latte materno previene il diabete nei bambini
L’allattamento materno è il gesto più dolce e naturale che coinvolge la coppia mamma-bimbo, è la caratteristica comune che condividiamo con gli altri mammiferi, compresi i cetacei. Ogni mammifero produce il latte ideale per il proprio cucciolo, per farlo crescere in salute, per cui è un errore prendere a prestito il latte di altre specie ed adattarlo all’essere umano, soprattutto quando si sceglie latte di animali lontani filogeneticamente da noi, come il latte di mucca, per noi troppo ricco di calcio, proteine e fattori di crescita, in quanto destinato al vitello, che deve rapidamente incrementare peso, massa ossea e muscolare.
Studi epidemiologici e clinici su larga scala hanno dimostrato la nocività del latte vaccino e dei suoi derivati per l’essere umano.
Essendo troppo ricco di calcio porta precocemente alla demineralizzazione ossea e in età avanzata all’osteoporosi.
E’ ormai accertato da studi internazionali pubblicati sulle più prestigiose riviste scientifiche che il latte vaccino, contenendo i fattori di crescita e la proteina caseina, promuove la progressione tumorale: una correlazione lineare collega il consumo di latte vaccino con l’incidenza di tumori, da quello alla mammella, a quello al colon-retto, alla prostata…
Evidenze scientifiche hanno compreso anche la relazione tra l’utilizzo precoce di latte vaccino ed il diabete di tipo I, una malattia auto-immune che si innesca quando in un lattante predisposto viene somministrato precocemente latte di mucca al posto del latte materno, con un meccanismo che coinvolge frammenti non digeriti delle proteine del latte vaccino, che dall’intestino entrano nel circolo sanguigno e vengono attaccati dal sistema immunitario. Purtroppo alcuni frammenti non digeriti delle proteine del latte vaccino sono esattamente identici alle cellule pancreatiche responsabili della produzione di insulina, per cui il sistema immunitario non distingue tra i frammenti proteici ed il pancreas, distruggendo entrambi, sopprimendo così nel bambino la capacità di produrre insulina: l bambino diventa diabetico di tipo I.
Essendoci ingenti interessi commerciali intorno al consumo di latte e derivati, i risultati di numerosi studi non vengono divulgati, ma al contrario soffocati o distorti, per cui pediatri ignari promuovono l’utilizzo di latte in polvere per lattanti, le aggiunte di latte “adattato” al latte materno, formaggini e parmigiano durante lo svezzamento e cautamente rimandano il consumo del comune latte vaccino all’anno di età.
L’invito che mi sento di rivolgere a tutte le mamme è di scegliere sempre il cibo più semplice e naturale, ed il latte materno, anche dopo l’anno di età, rimane l’abbraccio nutritivo più salutare che possiamo donare ai nostri figli.

Ottimizzato per: