Alimentazione dello sportivo

7

L’ Alimentazione dello sportivo

Per chi pratica una attività fisica intensa e per l’agonismo è fondamentale la scelta di una dieta appropriata, che soddisfi l’elevato fabbisogno energetico e calorico e risponda alle esigenze necessarie per le funzioni vitali, per i processi di termoregolazione, la compensazione delle perdite ed il turn-over dei tessuti.

La durata dell’esercizio fisico, la sua intensità, il livello di allenamento e la quantità iniziale di carboidrati immagazzinati nel muscolo sotto forma di glicogeno, determinano il fabbisogno energetico dell’organismo di un atleta. In particolare, una dieta bilanciata che sia ricca in carboidrati, a basso contenuto di grassi e che garantisca un adeguato apporto proteico, è la dieta più appropriata per atleti e sportivi.

carboidrati costituiscono il carburante di eccellenza, in quanto viene utilizzato dal tessuto muscolare durante l’esercizio fisico intenso e prolungato, per cui in assenza di un adeguato apporto calorico fornito dai carboidrati complessi, l’organismo è costretto ad utilizzare i grassi di deposito e le proteine tissutali.

Con l’esercizio fisico prolungato, condotto a bassa intensità, i grassi diventano la fonte energetica primaria, preservando le scorte di glicogeno dell’organismo  e permettendo l’esecuzione di una attività fisica prolungata. Mentre un elevato introito di carboidrati complessi viene raccomandato per migliorare le prestazioni atletiche, non è necessario un aumento dei grassi, dal momento che quando servono vengono ricavati dai depositi presenti all’interno del muscolo.  

In confronto ai carboidrati ed ai grassi, le proteine sono utilizzate come substrato energetico solo in proporzioni minime, in quanto la loro funzione primaria è quella di costituire e mantenere integri i tessuti dell’organismo. Gli atleti, sia che pratichino attività sportive di forza sia di resistenza, hanno un aumentato fabbisogno di proteine. Le proteine, composte da catene di aminoacidi, giocano un ruolo importante nella costituzione, nel mantenimento dell’integrità e nella riparazione di tutti i tessuti dell’organismo, muscolo incluso. Nel cibo che assumiamo sono contenuti venti differenti aminoacidi, ma il nostro organismo è in grado di sintetizzarne solamente undici. I nove aminoacidi essenziali, che non possono venire sintetizzati dall’organismo, devono essere ottenuti dalla dieta. Per preservare le proteine per le funzioni per le quali sono state deputate, cioè la costituzione e riparazione dei tessuti dell’organismo, muscolo incluso, è fondamentale una dieta ad alto contenuto di carboidrati.

Considerando che le richieste di fluidi aumentano con l’esercizio, l’altitudine, le temperature elevate e le condizioni di bassa umidità, mantenere uno stato di idratazione ottimale è una misura importante per promuovere al massimo le prestazioni atletiche e prevenire i danni dovuti alla disidratazione, che  provoca una serie di problemi quali cefalea, crampi, affaticamento e colpi di calore. 

Ottimizzato per: